Una tegola al cioccolato

Non poteva di certo finire il mese di aprile senza una ricetta!! Eh no! 😀
Questa ricetta diciamo che va anche bene per questo periodo in cui c’è tanto bisogno di recuperare il cioccolato di tutte le uova di pasqua ricevute ed acquistate fino a circa una settimana fa…anche se se ne comprano ancora 😛 ( e fate bene!!).
Comunque sia, si tratta di un dolce tipico del sud, ora non ricordo bene se proprio napoletano o addirittura pugliese, diciamo che ci sono testimonianze per entrambe le origini 😄
Dei biscotti che ricordano molto i brutti ma buoni con la differenza che non vengono cotti due volte; inoltre questi sono ancora più ricchi ed assumono una forma un pò particolare che per l’appunto ricorda proprio le tegole dei tetti, anche se qualcuno li chiama anche cortecce sempre per la somiglianza con questo “tessuto” tipico degli alberi. Dal momento che vengono preparati con albumi e nocciole, la variante può essere con mandorle o pistacchi o anche noci, ed anche il rivestimento invece del cioccolato fondente, può essere di cioccolato al latte o ancora più goloso, di cioccolato bianco (non ne avevo altrimenti optavo per questi ultimi 😀 ).
Questi dolcetti li ricordo da che ne ho memoria, quando ero piccola li trovavo sempre nel panificio di fiducia di mia nonna ma li ho sempre, come dire, snobbati, non mi attiravano (beata ignoranza 😄 ). Che dire, è bastato assaggiarli una sola volta, all’età di circa 20 anni (qualcosa in più), per sviluppare una vera e propria dipendenza 😄 Cosa mi sono persa per tutti questi anni!!
Fortunatamente di tempo ce ne ancora per un pò per pasticciare, la fisioterapia è ormai iniziata e sono a buon punto e sta dando i suoi frutti, quindi presto si ritorna a lavoro con tanta carica ed energia ma soprattutto con tanta felicità nel cuore! ❤ Di conseguenza il tempo sarà di meno ma non significa che vi abbandono…restate sempre con le orecchie e gli occhi aperti che ci sono sempre per disturbarvi con nuove ricette golose! 😛

Partiamo allora subito con la ricetta 😀

Ingredienti:
3 albumi,
300 g di zucchero semolato,
300 g di mandorle,
100 g di cioccolato fondente,
cremore di tartaro, la punta di un cucchiaino,
aroma vaniglia.

Procedimento:
per prima cosa sminuzzate le mandorle e successivamente montate a neve ferma gli albumi con il cremore di tartaro e lo zucchero all’interno di un recipiente e a bagnomaria. Aggiungete le mandorle macinate e la vaniglia, mescolando con una spatola cercando di non smontare il composto. Una volta amalgamato il tutto, lasciate raffreddare il composto per qualche minuto; successivamente disponete l’impasto su di una teglia rivestita con carta forno, formando dei dischetti e ponendoli distanziati tra di loro.
Volendo, potete far riposare i dischetti in frigo per 30 minuti. Infornate a 180°C e cuocete per circa 15 minuti.
Sfornate i biscottini e lasciateli raffreddare per 5 minuti. A questo punto, schiacciate la parte centrale con uno stampo per cannoli (o con l’indice, ma c’è il rischio di ustione), accompagnando la piegatura con tutta la mano chiudendola intorno e mantenetelo così per qualche secondo. Fatelo raffreddare completamente sullo stampo del cannolo.

Nel frattempo sciogliete a bagnomaria (o al microonde) il cioccolato fondente sminuzzato ed una volta curvati tutte le tegole, sollevatele dai vari stampini e rivestitele col cioccolato fuso nella parte curvata interna. Lasciate solidificare il cioccolato e poi direi che sono pronti da mangiare. 😀
Per montare gli albumi, se non avete il cremore, usate qualche goccia di succo di limone, giusto per mantenere stabile gli albumi durante la montatura. Se non avete ne cremore ne limone (fa anche rima 😄 ), non commettete l’errore di aggiungere il pizzico di sale, tanto vale non aggiungere alcuna cosa.
Per il rivestimento, come già detto prima, sentitevi liberi di usare qualsiasi tipo di cioccolato 😉 per quanto mi riguarda per la prossima volta ho promesso a me stessa di ricoprirli col cioccolato bianco, riducendo però la quantità di zucchero per i biscotti 😀
Infine, per quanto riguarda le mandorle, potete sostituirle con nocciole o altra frutta secca, o anche fare una miscela per metà di mandorle e metà nocciole o altre ancora…c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Ora che vi ho riempito di chiacchiere, cioccolato e mille scelte o dubbi per questi dolcetti, vi lascio una buona serata e vi do appuntamento alla prossima ricetta…una ricetta mooooolto semplice ma che mi ricorda sempre delle mie nonne! ❤
A presto 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...