Archivio tag | crema pasticcera

Torta di compleanno Rock!

Rieccomi!!
E mentre si raffredda il mio budino preferito, vi racconto di quest’altra torta.
Risale esattamente ai primi di dicembre, ed è stata realizzata per mio cugino, il mio fratellino. Lui, appassionato di musica rock, ed in particolare dei Guns n’ Roses, l’ho sempre considerato come un fratello minore; siamo cresciuti quasi insieme anche se a distanza (io a Napoli e lui a Torino) con una differenza di età di circa 10 anni. Gli voglio un bene dell’anima, anche se magari non sempre riesco a dimostrarlo, e allora per il suo compleanno cosa avrei potuto regalargli se non una torta un pò più particolare?!
Inizialmente avevo diverse idee in testa, non sapevo se fargli una torta che somigliasse al cappello di Slash, se doveva essere in pasta di zucchero o meno, che sapore dovesse avere…ma alla fine ho deciso! Una semplice torta, ricoperta di pasta di zucchero colorata che ricordasse il simbolo di questa famosa band. Bene o male è andata, quindi cake designer abbiate pietà di me e delle decorazioni fatte a mano in cui non sono molto ferrata (le rose mi hanno fatto impazzire ed infatti non ne vado molto fiera XD ).
Come basi, si tratta di un semplice pan di spagna e di una semplicissima crema pasticcera, e ganache al cioccolato bianco che mi serviva per tenere la pasta di zucchero.


Iniziamo subito!! 😀 Continua a leggere

Una Torta Fortunata

Questa torta risale al primo gennaio 2017. Il primo giorno del nuovo anno, e per portare un pò di fortuna, visto il modo indecente con cui si è concluso il precedente (almeno per quanto mi riguarda), una torta con tante coccinelle ci stava proprio bene, per augurare un anno migliore, dei giorni pieni di felicità.
Nonostante il dolore dovuto all’incidente, nonostante il morale sotto i piedi, quella giornata mi feci forza e decisi di riprendere la vecchia Martina e di darmi da fare, nei limiti delle mie possibilità fisiche. Quindi presi uova, farina e zucchero e diedi sfogo alla fantasia e allontanai i cattivi pensieri dando spazio a colori e a tanta dolcezza.
Come base ho usato una delle prime torte che ho imparato a realizzare: la chiffon cake. E per decorare la mia immancabile ganache al cioccolato bianco 😛 . Qualcuno, giustamente, potrebbe dire “ma questa usa solo ganache”…beh quello che posso dirvi è che le alternative per questo tipo di decorazione sono bene o male le stesse: se proprio la ganache non vi sta simpatica, allora potete usare la classica crema al burro, o la crema al burro con meringa o ancora una panna montata fino a farla diventare della stessa consistenza di una pomata di burro XD
A voi la scelta. 😉

Continua a leggere

Dark Zeppola!

Eh si, proprio una dark zeppola, solo per la crema…invece della solita crema pasticcera gialla, una crema pasticcera al cioccolato fondente.
L’idea iniziale era quella di fare varie combinazioni cromatiche di zeppole. Ossia, oltre alle zeppole di questo articolo, volevo provare la zeppola al cacao con la crema gialla, ma alla fine il tempo è stato davvero poco, e sono riuscita a fare solo questa.
Ormai il tempo me lo devo ritagliare solo il sabato e la domenica, per fare tutto…dolcetti, visite a parenti, inviare altri cv, dal momento che in settimana sono impegnata con un tirocinio in farmacia… garanzia giovani e ho detto tutto, anzi niente… di garanzia c’è solo il nome, ma di fatto niente. E qui mi fermo, visto che ci sarebbero tante cose da dire, ma non mi piace parlare di politica (ci sono tante, troppe cose che non vanno). Quindi si è sempre in cerca di qualcosa di meglio e qualcosa di stabile.
Comunque sia, niente politica, dal momento che è un blog di dolci e cucina…piuttosto parliamo di queste zeppole 😀
L’impasto base della zeppola, è lo stesso che uso di solito anche per i bignè. 😉
E la ricetta della crema pasticcera, è quella di cui spesso vi ho parlato, una ricetta di famiglia, che ho un pò rivisitato e che ha un sapore davvero delicato e che profuma di limone. La adoro! ❤

IMG_1135

Continua a leggere

O’ rre’ e Napule… o’ babbà!

So già che in questo momento mi state maledicendo perchè con questa ricetta ho sabotato tutti i vostri buoni propositi riguardo la dieta e l’alimentazione sana ecc ecc…ma questa ricetta, ma che dico?! Questa opera della pasticceria napoletana la dovevo assolutamente condividere con voi!
Questo è il Babà!! Il dolce napoletano per eccellenza, insieme alle sfogliatelle ricce e frolle, insieme al biscotto all’amarena e alla regina pastiera e tanti altri pasticcini tipici!
E’ il dolce che fa da padrone in ogni singola vetrina di tutte le pasticcerie napoletane, col suo bel colorito bronzato, con la sua bagna tipicamente al rum che la fa brillare ed con tutte le sue forme: a ciambella, piccola o grande e a funghetto…magari spaccato al centro con panna e fragole o crema e amarene….insomma è proprio il Re di Napoli!
Eppure, se uno volesse sapere per filo e per segno la vera storia del babà, scoprirebbe che in realtà lui è nato in Polonia, come frutto dell’ira del re Stanislao Leszczinski dopo aver buttato contro una bottiglia di rum il Kugelhupf. Quindi il babà si può considerare come l’evoluzione del Kugelhupf, o comunque un suo parente stretto. Comunque sia, dopo essere nato in Polonia, si trasferisce a Parigi ma in realtà è a Napoli che viene adottato completamente dai calorosi e golosi napoletani!!
E’, inoltre, il dolce che ogni domenica regna sulla tavola di ogni famiglia napoletana dopo l’abbondante pranzo..mentre si crogiola nella sua bagna nella famosa “guantier” insieme agli altri pasticcini.
E poi, ricordate che se vi trovate a parlare con un napoletano e lui vi dirà “Si’ proprij nu’ babbà!!“, sappiate che vi sta facendo un bel complimento, paragonandovi ad un dolce buonissimo, proprio per sottolineare il vostro carattere dolce e caloroso, anche se spesso il vero significato di questa frase viene travisato e trasformato “sei proprio un fesso (cioè stupido)”, e credetemi da napoletana vi dico che non è questo il vero senso della frase.
Dopo essere cresciuta un pò anche nella casa della mia nonna paterna Rosetta, tra babà, millefoglie, pastiere, brutti ma buoni e pasterelle varie tutte da lei realizzate, condivido con voi questa ricetta di famiglia! 😀

IMG_0880

Continua a leggere

La torta degli ospiti

Qualcuno potrebbe dire tranquillamente:”Ah come si vede che non hai niente da fare!!”
Beh..un pò è vero e un pò no! Nel senso che ormai non mi faccio problemi a sfornare dolci e torte varie quando sento mia madre dire che abbiamo qualche visita a casa o dobbiamo andare a trovare qualcuno o semplicemente quando ne sento il bisogno! Anzi!! I miei occhi iniziano a sbrilluccicare e subito, canticchiando e col sorrisino sulle labbra, mi metto all’opera. Ma già so che questo tempo libero sta per finire…esame di stato all’orizzonte, con la speranza di superare questo orizzonte (nel migliore dei modi) e di poter avere ancora altro tempo a disposizione (anche in caso di un eventuale futuro lavoro).
Anche questa volta, cercando l’ispirazione sfogliando i diversi giornali di pasticceria, mi capita questa torta decorata con crema e ganache al cioccolato e con un morbido pan di spagna al cioccolato trovata su una delle uscite di qualche mese fa della rivista Più Dolci.
Le ricette del pan di spagna e della crema le ho variate: al pan di spagna ho aggiunto del cacao ed ho ottenuto un risultato un pò inaspettato, infatti è risultato essere molto soffice pensando invece di avere un impasto pesante (tipico effetto del cacao). Invece per la crema, invece di usare solo i tuorli, ho usato le uova intere…non ditemi niente ma a me un pò dispiace lasciare gli albumi soli soletti nel frigorifero! XD
E poi per la decorazione mi sono un pò sbizzarita e quindi niente più torta uguale a quella di partenza 😀

20150903_163730_Richtone(HDR)
Oggi è domenica….domenica uguale dolce, e allora iniziamo subito prima che questo magnifico giorno della settimana finisca!! 😛

Continua a leggere

Riepilogo di più giorni di dolci e…FESTE!!

Proprio così, in meno di una settimana non so quanti dolci sono riuscita a sfornare, quanti kg di cioccolato, farina, zucchero, burro, panna ho usato!! In realtà ho un foglio su cui ho scritto tutte le quantità, e solo se lo guardo sembra quello scritto da un titolare di una pasticceria!
Comunque sia, ricontando, sono state sfornate due torte, di cui una di laurea e una di compleanno, una crostata morbida di frutta interamente senza uova, circa 50 cupcake, una doppia dose di brownies oreo, millionaire shortbread, doppia dose di rotolo con cioccolato, un babà rustico e due casatielli…e qui credo di aver finito!
Giovedì 30 luglio, è terminato il mio percorso di studi con tanto di laurea, e con tanto di dolci. Alla fine sono riuscita nell’intento di preparare il buffet per il post-discussione….e sono rimasta anche molto soddisfatta del risultato. Il tutto realizzato nei due giorni precedenti al giorno della discussione della tesi, per poi concentrarmi sulla torta tra il giovedì pomeriggio e per la giornata di venerdì. La torta in questione, una bestiolina delle dimensioni di 30×40 cm, è stata realizzata con pan di spagna, red velvet e farcita con crema pasticcera, gocce di cioccolato e ricoperta con ganache al cioccolato al latte/fondente e tante piccole decorazioni di pasta di zucchero. Non vi dico per il trasporto, sia del buffet che della torta.
Nel primo caso mi sono armata di almeno 3-4 borse frigo, di cui una era enorme e rigida, di quelle che si portano al mare quando si sta con la famiglia XD
Mentre per la torta, avevo praticamente il panico che si sciogliesse e schiacciasse! Fino alla fine sono stata con l’ansia addosso!!
Per quanto riguarda l’esperienza della laurea..beh…UNICA!
Fino al giorno prima, ero tranquilla, immersa nello zucchero, nella farina e giocherellavo con le uova, ma appena finito di preparare il buffet, è arrivato un senso di ansia che mi ha quasi devastata ed è rimasto fino al momento in cui non mi hanno chiamata! Ma dopo aver parlato, nella mia testa sentivo solo un coro angelico che cantava “Hallelujia!!”. E ora che tutto è finito (o quasi, si attende l’esame di stato), sono curiosa di saper e vedere cosa mi aspetta in futuro!! Mah…staremo a vedere!

IMG_0251
Intanto, vi parlo un pò di questa torta, progettata mesi prima e realizzata in quasi due giorni!! 😀 Continua a leggere

Un anno di blog e tanto cioccolato!

Molto probabilmente il grande ed inimitabile e bravissimo Ernst Knam, dopo questa ricetta, non mi farebbe toccare più neanche un pezzetto di cioccolato. Mea culpa!! Cosa ho fatto per arrivare a questa riflessione? Beh, avete presente la famosa torta mocaccina di Knam (che, tra l’altro sta spopolando sul web)?? Ho avuto il coraggio di cambiarla e modificarla, però giuro che l’ho fatto solo perchè mi mancavano gli ingredienti! Per tale motivo, semmai dovessi leggere questo articolo, ti chiedo perdono Knam XD
Comunque sia, le modifiche sono solo nella crema pasticcera, nella crema al caffè e nelle dosi della crema al caffè (ma senza caffè): infatti per la crema pasticcera del maestro erano previsti circa 12 tuorli (considerando mediamente il peso di ogni tuorlo) e io ho usato la ricetta di famiglia, o meglio di mia madre che ne prevedeva solo 4, e poi nella crema al caffè ho mancato il caffè solubile, solo perchè non lo usiamo molto a casa, soprattutto io che non sono una bevitrice di caffè (in pratica mi porta sonnolenza XD ). A parte queste modifiche, il risultato è buono lo stesso, si sente molto il cioccolato fondente, ma la presenza del cioccolato bianco, o meglio della ganache, equilibra il tutto…per non parlare poi della frolla..mai fatta una così buona!! Penso che almeno questa ricetta non l’abbandonerò più!! ❤

WP_20150711_15_56_17_Pro
Ovviamente per festeggiare anche il primo anno del  blog (un pò in ritardo), non potevo non provare una ricetta di Knam, il mio idolo della pasticceria, anche se poi la ricetta l’ho modificata 😛 però diciamo che mi ha dato l’ispirazione. L’unica cosa per cui sono rimasta male è stata per la decorazione, ma con questo caldo mi inceppo sempre col cioccolato e le temperature africane della cucina. Ma fa niente, ho recuperato con un pò di frolla cotta avanzata e qualche pezzetto di cioccolato fondente. Il risultato è stato comunque apprezzato. Come se non bastasse, in quella giornata mi ero cimentata anche con alcune decorazioni con la frutta, in particolare con le palline di melone, ed infatti ho fatto anche una crostata morbida di frutta e crema pasticcera (rimasta dalla review della mocaccina), usando una base con gli albumi rimasti dalla crema, della serie “non si butta via niente!” 😀
In tutto ciò, vi esprimo, come una bambina quando va al parco giochi, la mia felicità nel dire che finalmente il percorso universitario volge al termine, ed infatti prossimamente potreste trovare una bella torta, anche se da masochista vorrei provare a fare proprio un buffet. Dai Martina che ce la fai!! E speriamo bene, per tutto 😛

Adesso, basta chiacchiere inutili ed arriviamo al sodo…RICETTA! 😀 Continua a leggere